Carosello

In questi giorni Virgilio fa schifo. E’ da quando hanno cercato di convincermi a creare una Open Id o qualcosa del genere che collegarsi alle pagine amministrative del blog è diventato in linea di massima un supplizio, ma questa settimana stiamo toccando il fondo dell’inefficienza. Per essere un servizio free sarebbe anche fantastico, se non avesse di questi problemi. Ergo, … Continua a leggere

Work in progress

Veloce che ho fretta. Dopo tre giorni di angosce e patimenti ho forse trovato il modo di venir fuori dall’intrico del capitolo 5. Maledetto capitolo 5. Già che c’ero, mentre mi dibattevo tra i paragrafi scovando sempre più incongruenze coi capitoli precedenti e quindi falle generali che nemmeno il Titanic, ho aggiunto un prologo alla storia. A parte che ci … Continua a leggere

Il colore della magia

Looooost! Sta per ricominciare, già ne sento tutti gli effetti. Se la TV al plasma che sant’uomo aveva ordinato on line fosse arrivata integra potemmo vederlo su non so più quanti pollici di splendore tecnologico. Disgraziatamente il televisore ci è giunto in frantumi e quindi niente da fare. Comunque ci consoliamo. Adesso abbiamo Sky (ce l’hanno regalato a Natale) e … Continua a leggere

Bilancio

Insomma, siamo a Natale. E di lì a poco siamo che il 2008 è finito. Auguri, panettone, baci, vischio e cose così a tutti voi. Albero di Natale, by Lotus Head su Wikimedia Commons.   Dato che non so quanto sarò on line nei prossimi giorni faccio il mio bilancio annuale adesso. Al riparo dalla malinconia del 31 dicembre tra … Continua a leggere

Week end della malora

Cari miei, il fine settimana è deleterio. Fidatevi di me. Tanto per cominciare non posso scrivere, e mi devo accontentare di rigirarmi personaggi e storia in testa. Col risultato che quando riapro word al lunedì mattina quel che rileggo mi suona tutto sbagliato. Perchè la mia testa è già passata oltre sul piano di definizione dei protagonisti e della vicenda, … Continua a leggere

Farsi le pare e le pere

Penso spesso alla morte. Senza paura, depressione, angoscia o altro del genere. Anche perchè ho solo (solo?) 35 anni, quindi il mio appuntamento con l’ultimo istante dovrebbe essere ancora abbastanza lontano. In teoria, e speriamo anche in pratica. Come disse un tizio una volta, questa qua sarà anche una valle di lacrime, ma ci si piange volentieri. Eppure penso molto … Continua a leggere

Il cuoco (part one)

Come promesso, vi tedio. Questa è una favola work in progress. Sto cercando di arrivare alla fine, ma non è semplice. La storia grossomodo mi è chiara, ma rischio sempre di farla somigliare a Ratatouille, con la quale non ha nulla a che vedere, quindi devo stare costantemente in occhio. Inoltre l’inizio mi fa schifo, ma non riesco a migliorarlo. … Continua a leggere