E invece, ci lasciamo.

  Ho finito Non lasciarmi. Dirò solo due cose. E’ scritto divinamente bene, ma sono contenta di avervi commentato quel che c’era da commentare ieri, prima di finirlo. Mettiamola così: non è che si concluda proprio nel più allegrone dei modi. Anzi. Stamattina, appena mi sono svegliata, ho ricordato un passo del libro e ho capito all’improvviso che verso la … Continua a leggere

Non lasciarmi

Ho dato un’occhiata alle statistiche del blog. A quelle dettagliate per essere precisi. Sono rimasta particolarmente incantata dalle parole usate nei motori di ricerca che hanno poi condotto i naufraghi internauti al diario incostante. Passi per chi ha cercato “becoming jane” o “corredino asilo”. Ma “mio fratello me ha inc***** sorella” (la sgrammaticatura non è mia) mi ha piacevolmente sorpresa. … Continua a leggere

Wanted

  Non sono morta, sono solo molto occupata. Non sul fronte scrittura però: purtroppo è una settimana che non apro word. Non fate domande, è una lunga storia. E se ve la raccontassi poi dovrei fare appello ad uno dei sicari della confraternita e farvi uccidere.   Allora. Wanted. Come vi dico sempre, occhio che io degli spoiler me ne … Continua a leggere

Che tu sia per me il coltello (che mi si pianta nella schiena?)

Sono abbastanza preoccupata: non ho veramente voglia di leggere niente da quando ho iniziato a scrivere. Da un lato potrebbe essere comprensibile. Non ho fantasy nuovi in casa, ed è logico cercare di leggere qualcosa di simile a quel che si scrive. Però è sintomatico il fatto che non abbia nemmeno voglia di rileggere niente, e che io abbia piantato … Continua a leggere

Studio (non io, studio nel senso di stanza)

Ho iniziato il capitolo tre signore e signori. Vuallà (cit.)! Una volta finito invertirò il secondo col terzo, perchè non è oggettivamente sperabile che qualcuno legga venti pagine a fila di eventi pseudo nulli e lo faccia col sorrisone. Ho deciso di alternare quindi tra le vicende dei buoni e quelli dei perfidi. Scontato, già visto e rivisto, ma amen. … Continua a leggere

Be kind rewind e altri film del signor Black

Visto di recente, perchè me l’aveva consigliato sant’uomo, che ha una perversa fascinazione per Jack Black. I primi trenta minuti circa sono un po’ bislacchi e noiosi, ma poi decolla alla grande e diventa divertentissimo.   Imperdibili le sequenze dedicate a Ghostbusters, la performance globale di Mos Def nei panni di Mike (soprattutto quando sfrega la testa della gente sulla … Continua a leggere

Bene o male ancora in corsa

Hola! La situazione stagna. Di buono c’è che -udite udite- non mi devo operare al piedone, la frattura è sempre scomposta ma si salderà così. Alla visita di controllo, dopo aver avuto la meravigliosa notizia di cui sopra, ho puntato gli occhioni sbatacchianti sull’ortopedico e gli ho chiesto “potrò ancora portare i tacchi?”. Mi ha guardata come se avessi chiesto … Continua a leggere