Non se ne viene fuori

Pensavate fossi morta? Non ancora, ma avete presente il detto niente nuove buone nuove? Cazzate.Tanto per cominciare ho dovuto ri-iniziare a scrivere da zero la mia storia. Perchè venerdì scorso, in preda allo scoramento, mi sono resa conto che c’erano troppe falle, che la mia protagonista faceva penosamente acqua, che era tutto da buttare. Quindi ho passato un’allegra serata a … Continua a leggere

Grease

Odio MyBlog. Mi ha perso il post di ieri, dove vi narravo della vocazione da fachiro del mio gattino, e quello di oggi, in cui vi narravo delle mie performance cinematografiche nelle vesti dell’odiosa secchiona di Grease. Ricominciamo. Sinteticamente. Ieri l’altro Mapo si è ingollato un culetto di salsiccia appassita col suo spago attaccato. Conseguente corsa dal veterinario, per farlo … Continua a leggere

Vita in trincea

Aggiornamenti! Quel che scrivo continua a farmi schifo. Amen. Sant’uomo dice vai avanti lo stesso, io eseguo. Sono di nuovo mezza malata, senza un concreto perchè. Probabilmente i miei globuli bianchi sono tutti in ferie da metà agosto. Venerdì ero ad un addio al nubilato, la mia prima sera mondana da un anno a questa parte. Sant’uomo e la bimba, … Continua a leggere

Stupore e tremori

Ieri, per motivi futili, non ho scritto una sola parola. Mai, mai, mai più. Non vale la pena perdere tempo altrove. E con questo intendo dire che sono così lenta e così in difficoltà dopo soli due giorni di interruzione (nei week end) che non mi posso permettere di fare vacanze extra. Lo puntualizzo caso mai qualcuno si credesse bersaglio … Continua a leggere

Pace interiore

E’ arrivato. Il freschino mattutino che ti gela i piedi nelle ciabattine. D’altra parte o geli la mattina o ti fai crescere i licheni tra le dita verso mezzodì. Perchè l’escursione termica è ancora parecchia, di questi tempi, e la ciabattina ha ancora una sua utilità a giorno fatto. La mia 206 è già tutta impolverata, quindi uragani stavolta non … Continua a leggere

Week end della malora

Cari miei, il fine settimana è deleterio. Fidatevi di me. Tanto per cominciare non posso scrivere, e mi devo accontentare di rigirarmi personaggi e storia in testa. Col risultato che quando riapro word al lunedì mattina quel che rileggo mi suona tutto sbagliato. Perchè la mia testa è già passata oltre sul piano di definizione dei protagonisti e della vicenda, … Continua a leggere

E sti cazzi!

Cinquecento euro. No, ok, ho esagerato. Quattrocentottantacinque. Per un cambio d’olio, di candele, del pezzo finale della maledetta marmitta scoreggiona, l’appiccicamento del bollino blu, e bla bla bla. Va bene, hanno fatto un sacco di  lavoro sulla 206, compreso riempirmi l’abitacolo di effluvi pestilenziali al pino silvestre, però son sempre quattrocentottantacinque euri che avrei potuto usare per rifarmi il guardaroba … Continua a leggere

Cominciamo male

Sono in ufficio. Divorata dal mal di testa, ho sbattuto una mano contro un server che giace sul mio tavolo da più di sei settimane (e che cavolo ci fa ancora lì? Non avevate fretta che ve l’installassi per sbatterlo giù in sala macchine? Bah!) e quando uscirò dal lavoro dovrò affrontare una lunga coda dal dottore che vuole capire … Continua a leggere