Google

Stamattina il Perfido Conte mi ha mandato una mail, con un .pps allegato, che mostra gli uffici di Google. Quando l’ho guardato pensavo fosse tutto uno scherzo. Disgraziatamente (o fortunatamente, per chi ci lavora) è tutto vero. Ho controllato su Wikipedia. Riassumendo. Io lavoro 5 giorni a settimana, 4 settimane al mese, per pochi soldi. In un edificio fatiscente, che … Continua a leggere

Minuti rubati

Stamattina stavo per inaugurare una nuova categoria per i post del blog: attimi di puro terrore. L’ho detto che sono sempliciona? Bene, la sottoscritta sempliciona stamattina sta installando un server linux. Io, che vivo a pane e WinXP, che senza un puntatore mouse non so dove sono e cosa faccio, mi sono dovuta immergere nelle infide acque del /root e … Continua a leggere

Tempi duri

Sono letargica. Il che non ha senso: siamo a primavera, dopotutto. Eppure questo fine settimana mi ha intorpidita più del solito, privandomi di argomenti per il blog. Non che sia obbligatorio risultare sempre brillanti, ma almeno lievemente interessanti, questo sì. Invece niente: la mia mente è lenta, le dita digitano un errore ortografico dopo l’altro, e l’animo non si eleva … Continua a leggere

Poesia

Tutti abbiamo visto Quattro matrimoni e un funerale. Quindi tutti ricordiamo la poesia che viene recitata da Matthew (John Hannah) al funerale di Gareth. E’ Funeral blues, di Wystan Hugh Auden. Io non amo molto la poesia, anzi, tendenzialmente non mi piace proprio. Perchè non comprendo come mai si renda necessario fare tanti giri di parole per dire qualcosa. La … Continua a leggere

Voglia di prato

Sarà la stagione, saranno i recenti lavoretti in giardino, ma ho tanta voglia di passeggiare in un bel prato con l’erba alta e i fiori selvatici. Nel mio fazzoletto di 5 metri quadrati non potrò mai farlo, ma mi piacerebbe proprio poter coltivare a prato naturale un pezzo di terra, e lasciar crescere alta l’erba. Grass, photo & copy; Jordan … Continua a leggere

Ricci e ginocchia

Il mio ginocchio mi sta tormentando, e la giornata non è stata delle migliori. Ho fatto la ceretta, che per quanto renda lisce e presentabili, fa sempre un male cane in zona bikini. Quindi non mi dilungherò. Procede la lettura de L’eleganza del riccio. Il libro qualcosa di buono ce l’ha. Inizia a farlo vedere -ovviamente secondo me- verso pagina … Continua a leggere

On the road

Austrian road, photo & copy Simone Cortesi, Openphoto.net   Guidare mi piace. Quando la strada è sgombra, non ho particolarmente fretta, e non sperimento incontri ravvicinati con le sottospecie peggiori di homo nonsapiens. Ho cercato di evitare di scrivere questo post per settimane, perchè io stessa non sono un gran pilota. Però non spengo il cervello quando sono al volante, … Continua a leggere

Seppie

Avete presente quegli esserini bianchi e mollicci, che potete incontrare già cadavere dal pescivendolo? Le seppie. Ecco, le seppie da vive sono tutta un’altra cosa. Metasepia pfefferi, by Jenny Huang su Wikimedia Commons. Nè bianca nè molliccia, vedete? E che colori.    Non ho mai considerato i molluschi interessanti, finchè anni fa non vidi per caso un documentario sulle seppie. … Continua a leggere